Più Limbiate meno cemento

25 Mag 2015

Una domanda per Archetti, l’ assessore intraprendente (BEA – Nuova nomina)

Filed under: Ambiente, inceneritore, politica — Tag:, , , , , — piulimbiatemenocemento @ 6:00 PM

20140222-184201.jpg

bea

Una domanda per Archetti, l’ assessore intraprendente

Quando scrive di sé Alessandro Archetti, “assessore” all’Ambiente e alla Polizia Locale, è preso da una eccitazione erotica irrefrenabile.

Si contorce le dita delle mani, le braccia, attorciglia le gambe nello sforzo di prolungare il piacere.

Scrive che si è tanto dato da fare, tanto ha lavorato e brigato per far nominare Iuri Caturelli, assessore all’epoca di Fortunati, nel CdA di BEA, la società pubblica che gestisce l’inceneritore di Desio.

L’assessore Archetti, non ci arriva a capire che più mette in risalto la fatica per far nominare Caturelli, più ne sminuisce la caratura.

Caturelli farebbe bene a scansarsi da un così imprudente protettore.

Ma poi chi l’ha detto che sia un vero merito aver nominato Caturelli, politico d’antan, nel CdA di BEA.

Non ci fu promesso, con parole scolpite nella pietra, che le nomine nelle società pubbliche sarebbero state effettuate sulla base di selezioni pubbliche per titoli ed esperienze professionali?

Siamo proprio stati grulli a credere a queste promesse.

Ma il problema non è nemmeno questo.

Il problema è perché dobbiamo avere nel nostro Paese decine di migliaia di aziende pubbliche dove le varie forze politiche si scambiano nella penombra cariche come le figurine Panini, in un’orgia di sottopotere.

Ci piacerebbe che l’ineffabile Archetti, calmata l’eccitazione, ci spiegasse:

che cosa ci guadagnano, concretamente, i cittadini limbiatesi con la nomina in BEA di Iuri Caturelli?  

31 Mag 2013

Torniamo sulla BEA (comunicato stampa)

Filed under: Ambiente, Documenti, inceneritore — Tag:, , , , — piulimbiatemenocemento @ 5:00 PM

20130528-221032.jpg

13 Mag 2013

Appello ai Consiglieri Comunali: rivedete il piano industriale BEA

Filed under: Ambiente, cittadino, Consiglio Comunale, inceneritore — Tag:, , , — piulimbiatemenocemento @ 7:00 PM

Logo

Appello a tutti i consiglieri comunali

 

 

Signori consiglieri,

visto l’ormai prossimo rinnovo del CDA di BEA ci rivolgiamo a voi perché il Piano industriale sia completamente rivisto in tutti i suoi aspetti economici, ambientali e di salute pubblica.

In particolare ci sembra importante che siano rivisti gli aspetti più problematici del Piano:

  • il vincolo ventennale del contratto,
  • l’ampliamento della capacità di trattamento termico dei rifiuti cui è legato gran parte  dell’impegno economico di 32 milioni (di cui 3.500.000 a carico del Comune di Limbiate, socio al 11,5%),
  • la mancanza di studi epidemiologici relativi alle ricadute sia sul piano ambientale che su quello della salute.

Ricordiamo che, trattandosi di un impegno ventennale, la competenza di tale scelta è del Consiglio comunale.

Chiediamo, inoltre, che la scelta dei componenti del CDA segua criteri di competenza e attraverso bandi pubblici, abbandonando logiche spartitorie.

L’auspicio è che a partire da una seria rivalutazione del Piano industriale si arrivi alla presa in considerazione di politiche alternative all’attuale forma di gestione dei rifiuti basata sull’incenerimento.

La prossima Assemblea dei sindaci-soci potrebbe essere l’occasione per imprimere una svolta nel senso auspicato, dando mandato preciso  ai sindaci.

Ringraziamo per l’attenzione.

29 aprile 2013

Anche Bovisio Masciago dalla nostra parte

Filed under: Ambiente, Comitato, Consiglio Comunale, inceneritore — Tag:, , , — piulimbiatemenocemento @ 7:58 PM

Galimberti (Sindaco di Bovisio-Masciago): Cerchiamo sistemi operativi al forno inceneritore

Cattura

 

26 marzo 2013

DE LUCA, NON FIRMARE – BEA (Comunicato stampa)

Filed under: Ambiente, Comitato, inceneritore, stampa — Tag:, , , , — piulimbiatemenocemento @ 6:30 PM

Logo

COMUNICATO STAMPA

 

E’ con estrema preoccupazione che assistiamo alle accelerazioni impresse al Piano industriale di BEA rispetto al quale abbiamo da sempre manifestato contrarietà perché non rispondente al miglior interesse del Comune.

Ora si tenta di spingere i sindaci soci di BEA a firmare il contratto che obbliga a cedere per 20 anni a BEA la titolarità sui rifiuti urbani.

E’ questo un passo decisivo perché attraverso tale obbligo BEA otterrebbe garanzie di bancabilità ovvero la copertura dell’investimento.

In parole povere l’investimento, previsto dal Piano industriale, sarebbe garantito sulle bollette della nettezza urbana, pagate dai cittadini.

Sappiamo che finora ha firmato il contratto Cesano Maderno, mentre è contrario Lentate sul Seveso.

Soprattutto è contrario il Comune di Desio, manifestando la volontà di restare nella società, ma non di essere obbligato a conferire la titolarità dei propri rifiuti a BEA.

Vista la situazione, ora diventa importante la decisione che assumerà il Comune di Limbiate.

De Luca ha di fronte due strade:

  • firmare il contratto, smentendo quanto dichiarato pubblicamente, ovvero di voler ridiscutere il Piano industriale,
  • oppure, emancipandosi, finalmente, dalla sudditanza nei confronti di Cesano Maderno, non firmare il contratto e sottoporre il Piano industriale a seria verifica in tutti i suoi aspetti economici e ambientali.

L’obiettivo dovrebbe essere quello di superare l’attuale gestione dei rifiuti basata sugli impianti di incenerimento (già troppi in Lombardia)  e ricercare alternative come avviene ormai in molti comuni del nostro Paese.

Chiediamo a De Luca di non farsi intimidire dalle pressioni di Copreni che dopo 20 anni di presidenza alla BEA dovrebbe ormai comprendere che è ora di togliersi dalle scatole.

De Luca piuttosto pensi che la sua eventuale decisione di dare il via all’ampliamento del forno d’incenerimento peserà sui limbiatesi per 20 anni e che potrebbe essere molto onerosa oltre che dannosa per l’ambiente.

La cosa più giudiziosa che ora De Luca può fare, è sottoporre la questione al vaglio del Consiglio comunale e della cittadinanza attivando tutti gli strumenti della partecipazione possibili.

21 marzo 2013

Proposta di Legge Nazionale di iniziativa popolare “Rifiuti zero” (Comunicato Stampa)

Filed under: Ambiente, Comitato, Eventi, inceneritore, Incontri, Informazione, stampa — Tag:, , , , , — piulimbiatemenocemento @ 7:00 PM

Logo

Il 15 Marzo a Monza, si è costituito il Comitato del Coordinamento Regionale a sostegno della Legge d’ iniziativa popolare “ Rifiuti Zero”, che prevede tra l’ altro la raccolta firme e una campagna di sensibilizzazione  sulle tematiche legate ai rifiuti zero. All’ incontro hanno partecipato 58 persone in rappresentanza di varie associazioni e comitati ambientalisti.

Il Comitato Più Limbiate Meno Cemento era presente.

Comitati per sostenere la legge di iniziativa popolare si stanno costituendo in tutte le regioni italiane.

Le parole d’ordine sono:

  • Riduci
  • Ricicla
  • Riusa
  • Recupera

Si prevede che l’inizio della raccolta di firme comincerà nella seconda decade di Aprile, non appena terminate le procedure autorizzative.

Nel mese di Maggio prevediamo di organizzare una manifestazione pubblica con la presenza di Enzo Favonio, ricercatore di fama internazionale della “filosofia Rifiuti Zero”, alla quale inviteremo le amministrazioni comunali socie di BEA, da cui dipende la gestione dell’inceneritore di Desio.

Limbiate, 19 marzo ‘13

9 marzo 2013

BEA: Desio chiede l’azzeramento del CdA

Giornale di Desio - 5 marzo 2013

Giornale di Desio – 5 marzo 2013

20 febbraio 2013

BEA: L’esperto ha fatto venire i dubbi al Sindaco

Filed under: Ambiente, Comitato, Eventi, inceneritore, Incontri — Tag:, , , — piulimbiatemenocemento @ 7:00 PM

130215 Notiziario

17 febbraio 2013

Situazione BEA: richiesta Consiglio Comunale Aperto

Filed under: Comitato, Consiglio Comunale, inceneritore, Incontri — Tag:, , , — piulimbiatemenocemento @ 6:00 PM

Richiesta Cons Aperto

29 gennaio 2013

La trasparenza a Limbiate è sconosciuta!!!

Filed under: Comitato, Consiglio Comunale, Documenti, inceneritore, Informazione, politica — Tag:, , , , , — piulimbiatemenocemento @ 7:30 PM

D.ssa Micaela Curcio, la sua funzione non è quella di esprimere giudizi sulle lecite richieste dei cittadini

Alcuni chiarimenti:

Relativamente alla “generica immotivata richiesta” di accesso agli atti, in allegato, le faccio presente che la domanda non è generica in quanto si fa espressamente richiesta di verbali della società BEA.

Se sia poi immotivata, non spetta certamente a lei a dirlo. Come  funzionario, per conto dell’ amministrazione e nei procedimenti che la riguardano,  lei è tenuta a dare una risposta a qualsiasi richiesta del cittadino, anche la più semplice, e non ad esprimere un giudizio. Lei non è pagata per questo.

Il fatto che BEA detenga tutta la documentazione, non significa che i cittadini, attraverso il Comune di Limbiate, unico interlocutore, non possano accedere ad informazioni relative alla gestione. BEA Spa è una società  privata e  anche se di fatto i suoi soci sono Amministrazioni pubbliche (11 comuni e la provincia di MB),  non è tenuta a rilasciare alcun documento al privato che ne faccia richiesta, come già accaduto. E’ per questo motivo che ho inoltrato la richiesta al Comune di Limbiate e la vostra risposta non può essere la stessa di BEA.

Per quanto riguarda la modulistica per l’ accesso agli atti, come vede ci siamo adeguati.

Ma soprattutto, dov’è la trasparenza tanto sbandierata e promessa?

Ribadiamo che la richiesta è stata inoltrata correttamente al sig. Sindaco, pertanto…. Chi comanda: il Funzionario BEA o la Politica?

Richiesta di accesso agli atti protocollata il 20 dicembre 2012

Richiesta di accesso agli atti protocollata il 20 dicembre 2012

Cattura

La risposta ufficiale del Funzionario Comunale (Dott.ssa Micaela Curcio) inviata in data 22 gennaio 2013

Versione PDF della risposta della Dott.ssa Micaela Curcio

Di seguito, quanto inviato alla Dott.ssa Curcio in merito alla sua NON risposta. Tale documento, protocollato in data 28 gennaio 2013, è stato inviato per conoscenza anche al Sindaco di Limbiate, al Presidente del Consiglio Comunale e a tutti i Consiglieri Comunali.

Tutta colpa dello stato maggiore 1-1

Tutta colpa dello stato maggiore 2-1

Older Posts »