Più Limbiate meno cemento

4 aprile 2019

L’acquisizione di Villa Medolago

Filed under: Ambiente, Comitato, Consiglio Comunale, Medolago, patrimonio — Tag:, , , — piulimbiatemenocemento @ 6:32 AM

Subito dopo la notizia del sequestro della Villa Medolagoe del Parco,a seguito della bancarotta di Verdiglione, abbiamo insistito perché il Comune acquistasse questo complesso di importanza storica e ambientale straordinaria.

Dopo dieci anni di dura contrapposizione con il Comune sembra che alla fine il sindaco si sia convinto ad acquisire la Villa e il Parco annesso.

Ora si apre una nuova partita, forse più difficoltosa, non senza pericoli perché non è sufficiente acquisire al patrimonio pubblico la Villa e il Parco per garantirlo nella sua integrità.

E’ necessario che il Consiglio comunale voti linee di indirizzo molto stringenti indicanti obiettivi precisi:

  1. non apportare alcuna modifica alla destinazione d’uso dell’area verde così come previste dalla normativa vigente,
  2. messa in sicurezza del fabbricato della Villa,
  3. rendere immediatamente fruibile tutta l’area del parco mettendolo in comunicazione con il parco di Villa Mella,
  4. realizzare i percorsi che mettono in comunicazione il Ceresolo con il Centro e la via Cairoli.

Il risultato sarà un sistema straordinario di Parchi collegati tra loro che attraversano tutto il Centro di Limbiate fino a sfociare nel Parco delle Groane

19 marzo 2019

ANDREA NUCERA – SAN INVEST- LIMBIATE

Filed under: carcere, Informazione, Limbiate, Medolago, PGT, PII, Ricorsi, Sabotino — Tag:, , , , , , — piulimbiatemenocemento @ 12:45 PM

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ANDREA NUCERA – SAN INVEST- LIMBIATE

Lunedì mattina alle ore 7.30 è sbarcato a Malpensa Andrea Nucera.

Ad attenderlo, la Guardia di Finanza che lo ha arrestato.

E’ finita la latitanza, durata otto anni, di un personaggio invischiato nel grande buco della Banca Carige e di altre, che gli prestavano decine e decine di milioni nonostante l’interdittiva antimafia.

Tra i reati contestati, l’associazione a delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta e numerosi altri di natura finanziaria.

Di Andrea Nucera si parla nell’inchiesta della cosca Valle come “capitale sociale delle cosche”.Il Fatto Quotidiano  del 10 dicembre 2018

Ma perché dovrebbe interessarci tutto questo?

 Andrea Nucera è passato anche da Limbiate.

E’ riconducibile a lui infatti la società San Invest titolare del Piano integrato di intervento di via M.te Sabotino.

A Limbiate però di personaggi simili a Nucera ne sono passati altri, tutti legati a speculazioni edilizie.

Oltre a Nucera ricordiamo:

  • Armando Verdiglione, titolare dell’intervento di ristrutturazione di Villa Medolago, condannato a nove anni (a sette anni la moglie) per truffa ai danni dello Stato e associazione a delinquere.

La politica urbanistica del sindaco Romeo è stata caratterizzata non solo da indifferenza per l’interesse pubblico e dal forte consumo di territorio, ma, certamente, anche da poca cautela nella scelta degli operatori proponenti piani urbanistici.

Altrimenti, non si comprenderebbe perché degli otto grossi piani approvati, solo uno è stato portato a termine, due sono stati annullati, tre non sono ancora stati completati e uno nemmeno iniziato.

Contro la sentenza del TAR, che nel 2009 aveva dichiarato illegittimo il Piano di via M.te Sabotino ha fatto ricorso il  sindaco appellandosi al Consiglio di Stato; a breve ci sarà la sentenza.

 Il Piano di via M.te Sabotino presenta, rispetto agli altri, un’ ulteriore particolarità:

prevede l’esproprio di terreni di proprietà di privati e la  realizzazione di un grande piano immobiliare per conto della San Invest-Nucera.

 Ma gli espropri non si giustificano solo per pubblica utilità, ovvero per realizzare strutture  come scuole e strade?

 Le famiglie espropriate che si sono opposte a questo sopruso, rivolgendosi al TAR, hanno sostenuto ingenti spese legali.

La sentenza del 22.01.2009 ha dato loro ragione, annullando il piano integrato di intervento di via M.te  Sabotino.

Si pensava che tutto fosse finito.

E invece NO!

 Ecco che dopo nove anni il sindaco Romeo, senza remora alcuna, ritenta la carta dei tribunali, ricorrendo al Consiglio di Stato.

 Perché?

 Se parliamo dell’ interdittiva antimafia, qualcuno in Comune sa di che cosa si tratta?

Fra qualche settimana arriverà la sentenza del Consiglio di Stato.

Intanto però il conto delle spese legali sostenute dagli espropriati, si è abbondantemente ingrossato.

Ma questo, e non solo, evidentemente non sembra affatto turbare il Sindaco.

 

4 aprile 2016

De Luca e Ferrante, la coppia più bella del mondo!

LogoAmministrative

Asterix

De Luca e Ferrante, la coppia più bella del mondo!

De Luca ha accettato di ricandidarsi e vuole portare con sé Ferrante come assessore all’urbanistica.

Rivedremo dunque la coppietta che ha sempre manifestato verginea ritrosia rispetto a possibili ricandidature.

Niente contro i settantenni, ma è possibile che non ci siano personaggi un poco più freschi?

“E’ soltanto per spirito di sacrificio” dice De Luca.

Ma va?

Noi pensiamo invece che ha cominciato a provarci gusto.

De Luca vuole con sé Ferranteperché – dice – è bravo e sa trattare con i professionisti”.

E’ proprio vero, sa “trattare” con gli architetti e i geometri e tutto quello che ruota attorno. D’altronde è un loro collega, c’è sintonia, come loro ha in testa una unica idea di sviluppo: impilare mattoni su mattoni e riempire qualsiasi spazio ancora libero.

Ci sono mille appartamenti invenduti, ma niente per quei trecento bisognosi di cui parla, con cuore straziato, l’assessore ai servizi sociali, Basso.

Come facciamo a farle capire che con questa politica urbanistica, della quale anche lei è responsabile, quelli che sono in stato di bisogno possono essere solo abbandonati alla carità?

Tanto è vero che gli appelli ai proprietari di case si susseguono incessantemente.

In una gara a coppie Romeo-Mestrone contro De Luca-Ferrante vincerebbero questi ultimi 2 a 1 in consumo di suolo e se si considerassero i supplementari, ovvero la prossima variante in via di approvazione, il risultato finale sarebbe addirittura di 3 a 1:

Ferrante- De Luca 450.000 mc         :        Romeo- Mestrone 150.00 mc

Sì, Ferrante è molto bravo, con bonomia e qualche strattone fa fare quello che vuole ai consiglieri.

Quei pochi che avanzano qualche critica sono trattati con quella indulgenza che hanno spesso gli adulti nei confronti dei bambini. Secondo Ferrante Limbiate ha standard urbanistici (aree a verde) troppo elevati.

Per lui le aree agricole strategiche, fissate dalla Provincia, non hanno senso e l’area di Via Cairoli da destinare a parco bambini fa ridere.

Come non ammirarne l’indifferenza al ridicolo quando presenta il progetto di ristrutturazione della Villa Medolago, inventandosi la magia di mettere sotto terra tutto ciò che Verdiglione voleva costruire in più rispetto ai volumi esistenti fuori terra.

E’ incredibile che l’assessore Ferrante presenti pubblicamente queste proposte il giorno stesso in cui De Luca, in conferenza stampa, comunica che :

la Villa Medolago è stata confiscata dallo Stato

in esecuzione di una sentenza del Trbunale di Milano che ha condannato Verdiglione a nove anni di carcere per truffa e associazione a delinquere.

Sono troppi i personaggi inquietanti cui è stato permesso di transitare per Limbiate.

Verdiglione, imprenditore, psicanalista, inventore della “cifrematica”, era assurto alle cronache giudiziarie già nel 1985.

Ma è mai possibile che nessuno in Comune fosse informato?

Il presidente della società titolare del piano urbanistico di Via Corelli (35.000 mc.), architetto Mandelli, condannato per usura nella vicenda giudiziaria riguardante la cosca Valle.

Andrea Nucera a cui faceva capo la società titolare del piano urbanistico di Via Sabotino, scappato e ora latitante a Dubai, accusato di bancarotta per centinaia di milioni.

Possibile che questa gente passi tutta da Limbiate?

Mario4

30 marzo 2016

Un po’ della nostra storia. Per chi non ci conosce.

Filed under: Comitato, Informazione, politica, Progettualità — Tag:, , , , , , , , , — piulimbiatemenocemento @ 6:00 PM

LogoAmministrative

Schermata 2016-03-30 alle 19.41.47

Schermata 2016-03-30 alle 19.40.55

Mario4

17 marzo 2016

Villa Medolago: comunicato stampa del candidato Sindaco Mario Alfieri

Filed under: Comitato, Informazione, Medolago, Progettualità — Tag:, , , , , , , , — piulimbiatemenocemento @ 10:00 AM

LogoAmministrative

Mi hanno informato che il Sindaco De Luca oggi in conferenza stampa ha dichiarato che la Villa Medolago, con una recente sentenza del Tribunale di Milano che ha condannato Verdiglione a 9 anni per truffa e associazione a delinquere, è stata confiscata.

Bene, allora penso che sia necessario che il sindaco chieda immediatamente l’affidamento in gestione al Comune della Villa e del Parco annesso.

Sono convinto che per il Comune ciò è di straordinaria importanza.

E’ da diversi anni che il destino di quest’area ci interessa e per la quale abbiamo sempre auspicato una salvaguardia pubblica: cesseranno le manovre speculative ancora in atto con le quali si tenta di stravolgere un patrimonio architettonico, ambientale e paesaggistico di assoluto valore che deve andare a beneficio della comunità.

La villa è centrale rispetto a Villa Mella e l’area di Via Cairoli che introduce al Parco delle Groane. Si potrebbe così realizzare un sistema di aree verdi incardinate su due edifici storici non irrilevanti.

Perchè non vedere quest’area anche in termini di collegamento con il Ceresolo?

La comunità con l’acquisizione di un’area di circa 20 mila mq si vedrebbe raddoppiata la disponibilità di verde.

Infine la villa con i suoi circa 2 mila mq di superficie, ristrutturata con i criteri concordati con i Beni Architettonici, arricchirebbe il patrimonio della città in modo considerevole.

Mario Alfieri

Mario4

6 gennaio 2016

Villa Medolago: alcuni aggiornamenti

Filed under: Comitato, Consiglio Comunale, Informazione, Medolago, Ricorsi — Tag:, , , , , , — piulimbiatemenocemento @ 5:48 PM

LogoAmministrative

VILLA MEDOLAGO:Schermata 2016-01-06 alle 20.00.07

  1. VERDIGLIONE condannato a 9 ANNI
  2. LA MOGLIE CRISTINA DE ANGELI FRUA condannata a
  3. 7 ANNI
  4. confisca di beni per 110 MILIONISchermata 2016-01-06 alle 20.00.23

I REATI:

  • Associazione a Delinquere
  • Frode Fiscale
  • Truffa alle Banche
  • Truffa allo Stato

Ecco, questo guru della psicanalisi, già noto alla giustizia dal 1986, avrebbe dovuto ristrutturare la Villa Medolago di cui era entrato in possesso.

Ricordiamo i commenti di molti che accusavano il Comitato Più Limbiate di danneggiare la città per l’opposizione che conduceva contro la scellerata convenzione (2009) che prevedeva un Piano urbanistico illegittimo, spacciato per ristrutturazione.

La gente comune ha cominciato a capire che questo soggetto non era affidabile solo quando nell’ottobre del 2013 la trasmissione “Le iene” mandò in onda un servizio riguardante Verdiglione nella sua Villa Borromeo di Senago.

Tre anni contro Romeo che aveva votato il Piano e tre anni contro De Luca per costringerlo ad annullare il Piano.

Sulle pagine di questo blog è possibile constatare quanto è stata lunga e faticosa la battaglia per contrastare una operazione immobiliare fatta in completo spregio delle norme urbanistiche, dell’ interesse pubblico e del rispetto dovuto alle famiglie involontariamente coinvolte nel piano che hanno dovuto sborsare migliaia di euro per difendere un proprio sacrosanto diritto contro il Comune e la ditta Verdiglione.

  • Come è stato possibile tutto questo quando tutti sapevano dei trascorsi giudiziari dell’immobiliarista psicanalista?
  • Il Comune si è inserito nel fallimento rivendicando i propri crediti?
  • Coloro che hanno espresso parere tecnico favorevole e che hanno firmato la convenzione urbanistica se la caveranno ancora una volta?

I nostri Post:

Il sole 24 ore - Clicca sull'immagine per il PDF

Il sole 24 ore – Clicca sull’immagine per il PDF

 

 

Corriere della Sera - Clicca sull'immagine per il PDF

Corriere della Sera – Clicca sull’immagine per il PDF

 

Da un articolo del 2011 - Clicca sull'immagine per il PDF

Da un articolo del 2011 del Corriere della Sera – Clicca sull’immagine per il PDF

 

 

11 novembre 2014

Villa Rasini Medolago: l’epilogo

Filed under: Comitato, Documenti, Medolago, patrimonio — Tag:, , , , , — piulimbiatemenocemento @ 11:30 AM

20140222-184201.jpg

 

Villa Rasini Medolago: l’epilogo

Sul cancello all’ entrata della Villa Medolago è comparso l’avviso che riportiamo di seguito

AvvisoMedolago

E’ l’inevitabile epilogo di una vergognosa vicenda iniziata sei anni fa.

Una storia per cui alcune famiglie si sono viste minacciate di esproprio della propria abitazione per permettere una operazione immobiliare della società di Armando Verdiglione, filosofo, psicanalista trasformatosi in immobiliarista, molto noto alle cronache giudiziarie.

Da sei anni dura questa storia con avvocati, tribunali e molti soldi.

Una operazione immobiliare illegittima con incredibile lievitazione dei volumi, approvata dall’amministrazione comunale.

Tre anni contro Romeo, ma tre anni anche contro De Luca che non voleva capire le motivazioni giuridiche (e soprattutto morali) della necessità di far decadere il piano di ristrutturazione di Villa Medolago che solo la scorsa primavera è decaduto. (vedere il post del 9 giugno 2014)

La storia però non è finita.

Se l’atto che riportiamo nella foto è parte della procedura fallimentare della società di Verdiglione, è necessario verificare la sussistenza di crediti (IMU e varie) per l’inserimento nel procedimento.

Una domanda signor sindaco: il terreno di circa 5 mila mq che secondo la convenzione doveva essere ceduto al Comune che fine ha fatto?

Infine, quali provvedimenti intende assumere l’amministrazione nei confronti di coloro che hanno reso parere tecnico favorevole al piano di ristrutturazione della Villa Medolago e hanno firmato la convenzione urbanistica?

Se la caveranno come al solito?

 

23 ottobre 2013

Le Iene a Senago, per “avvertire” Limbiate

Filed under: Comitato, Documenti, Medolago, patrimonio — Tag:, , , , , , — piulimbiatemenocemento @ 8:46 PM

Al seguente link Villa Medolago come Villa Borromeo??? , Vi proponiamo il servizio andato in onda durante la trasmissione Le Iene di Italia 1.

Il titolo, “Lavorare senza stipendio”, si riferisce alla storia di alcuni dipendenti di Villa Borromeo a Senago. Di proprietà di Armando Verdiglione.

Il proprietario è lo stesso di Villa Medolago a Limbiate e di problemi ne ha già creati parecchi:

VILLA MEDOLAGO: TUTTO REGOLARE ?

VILLA MEDOLAGO… ALCUNE RIFLESSIONI

Villa Medolago: una serata in Consiglio Comunale

Villa Medolago: seconda richiesta.

Questo personaggio ed il suo entourage, dovrebbero gestire Villa Medolago???
Intanto stanno creando molti problemi alle persone che vivono vicino alla villa e che dovrebbero (secondo gli intenti dell’operatore) vedere le loro case diventare stanze d’albergo!!!
L’Amministrazione limbiatese valuti bene ciò che sta facendo. Si è ancora in tempo!!!

 

Cattura

12 ottobre 2013

Villa Medolago: una serata in Consiglio Comunale

Filed under: Comitato, Consiglio Comunale, Medolago, patrimonio — Tag:, , , , — piulimbiatemenocemento @ 10:30 AM

Logo

Il “piano di recupero” di Villa Medolago, approvato con delibera di Giunta n. 246 del dicembre 2008, interessa immobili ubicati nelle seguenti zone:

Zona A: aree interessate da edifici di interesse storico e ambientale
Zona BA: ambiti costruiti a maggior caratterizzazione ambientale

Nella zona A:

secondo il vigente PRG, ove è ubicata la struttura storica della Villa Rasini-Medolago, possono essere eseguiti solo opere di restauro e risanamento conservantivo nel rispetto della volumetria esistente all’approvazione del PRG.

Il piano prevede un aumento della volumetria che passa dagli attuali 8.000 mc circa ai 20.000 mc circa e l’aumento della volumetria interessa, per la maggior parte, la Zona A ??!!!!

Nella stessa zona A è prevista l’edificazione a nuovo di due immobili (Casa Rasini e 20131011-192819.jpgCasa Medolago) non esistenti all’approvazione del vigente PRG, di strutture fisse a giardino anch’esse non esistenti all’approvazione del vigente PRG.

Nella zona BA:

unica area in cui è possibile eseguire piani di recupero, è stato autorizzato un piano che non rispecchia quanto approvato dal PRG che prevede in modo preciso: ambito minimo intervento, fronti stradali, volumi.

Il piano è stato approvato dalla Giunta Comunale, senza che in precedenza venissero approvate in Consiglio Comunale le varianti sopracitate.

Tutto regolare?

20131011-193946.jpg

8 giugno 2011

VILLA MEDOLAGO… ALCUNE RIFLESSIONI

Filed under: Comitato, Informazione, Medolago — Tag:, , , — piulimbiatemenocemento @ 9:07 PM

Un primo effetto, la questione relativa alla Villa Medolago, lo ha ottenuto: quello di riportare alla ribalta delle cronache giudiziarie, e non solo, Limbiate.

Non è per nulla piacevole ritrovarsi, come cittadini, coinvolti perché qualcuno magari del tutto estraneo al paese in cui viviamo, tira in ballo il nome di Limbiate per problemi suoi.
Fresca è la notizia di un’inchiesta che coinvolge l’ormai noto Dott. Verdiglione e la consorte su una presunta maxi frode fiscale da 3 miliardi di euro. Una cifra che noi “normali cittadini” non immaginiamo neppure.

Restando ai fatti limbiatesi, ricordiamo (o facciamo conoscere) che la vicenda della Villa Medolago è nata come una proposta di recupero di una villa storica e di un’ area adiacente ad essa. Un’operazione, quest’ultima, ai più sconosciuta che ha visto stravolta la serenità di alcune famiglie che, per quanto proprietarie delle abitazione in cui si trovano, hanno rischiato e rischiano, loro malgrado, di dover cambiare aria e casa. Famiglie che per poter contrastare le scelte della precedente Amministrazione Romeo-Mestrone, hanno pagato di tasca propria ricorsi e ancora una volta non hanno trovato nell’ amministrazione un alleato, ma il paladino di un privato che aveva tra i suoi sogni….. un grosso progetto immobiliare (centro congressi, albergo, piscine e via di seguito…).

Durante la campagna elettorale l’ imminente recupero della Villa è stato venduto come un’ operazione che avrebbe portato lustro e ricchezza alla città di Limbiate. Noi, come in altre occasioni, avevamo consigliato un pò di prudenza, ma come al solito non siamo stati ascoltati.Ed ora eccoci qui !

 

Questa notizia, per nulla positiva o motivo di orgolio per chi vive in città da semplice cittadino, ci riporta alla memoria un’altra indagine. Quella che nell’estate 2010 ha visto coinvolto l’allora amministratore delegato della società che sta riempiendo con centinaia di metri cubi il Villaggio del Sole e un intero clan della ‘ndrangheta operante in Lombardia. L’architetto Mandelli e il clan Valle per intenderci.

A destare il nostro stupore, o meglio disappunto, è il fatto che entrambi i soggetti chiamano in causa Limbiate, e peggio ancora la sua rappresentanza.

Mandelli e le sue ditte sono state più volte oggetto delle lodi dell’oramai ex giunta Romeo per la costruzione (in pieno parco delle Groane) delle palazzine in via Corelli.
Ricordiamo ancora nelle orecchie di tutti noi la difesa legale della ditta che stava operando al Villaggio, letta in consiglio dall’allora assessore Mestrone.
Allo stesso modo Verdiglione e la moglie (la Sig.ra De Angeli Frua), sono spesso stati oggetto dei ringraziamenti della giunta Romeo che, nella sua apoteosi edificatoria, ha inserito il progetto (privato!) del recupero di villa Medolago nel proprio programma elettorale.

Sia chiaro che ad oggi gli indagati, essendo tali, non risultano colpevoli di nulla……

Perché fino ad oggi abbiamo sempre dovuto sentire la voce dell’Amministrazione, a tutela e difesa della buona immagine di queste grosse società private?
Noi cittadini non siamo certo contenti quando il nome della nostra città, Limbiate, viene alla ribalta a causa di problemi causati da terzi. Questo nostro sentimento, chi lo tutela?